marchino1

Marchino e i problemi dell’Italia: il gioco del calcio

Più divento grande più mi accorgo che la gente del mondo è molto cattiva e anche molto stupida. Adesso vi spiego. Se io vedo un uomo fuori sulla strada che si tira martellate su un piede io dico che è stupido perché si fa male da solo. Se vedo una persona per strada che si mette a tirare pugni a delle persone che hanno il colore della macchina diverso dalla sua per me è cattivo. Tutte queste due cose, cattiveria e stupidità vengono fuori in Italia con il gioco del calcio.

A me piace giocare a calcio in cortile con gli amici e il calcio è un bel gioco perché ci sono tante situazioni differenti e oltre al corpo si sviluppa anche la testa.
Il problema del calcio però (che secondo me, assieme alla mafia, ai truffatori che vanno in politica e alla gente che vuole per forza che si preghi Gesù e non altri dii) è uno dei più grandi problemi italiani. Vi spiego con un esempio: c’era un amico di mio fratello che si chiama Antonio che giocava bene a calcio ed è stato preso in una squadra della zona che non è importantissima perché non si legge mai sui giornali ma è importante nel suo piccolo. Antonio non voleva giocare a calcio ma voleva solo scrivere come me però era bravo a giocare e voleva bene a suo papà. Siccome suo papà voleva che lui giocava a calcio, questo amico di mio fratello è andato a giocare a calcio. L’allenatore di questa squadra piccola ma comunque grossa per farlo correre di più allora ha dato ad Antonio delle medicine strane che gli hanno fatto diventare le gambe grosse e adesso Antonio ha confessato a mio fratello che ha problemi quando sta con la sua ragazza e non sta tanto bene neanche con la testa però non vuole dare una delusione a suo papà.
Io pensò che il papà di Antonio è stupido e cattivo. Stupido perché fa male a suo figlio e cattivo perché lo fa solo per i soldi perché si sa che quando si gioca a calcio e si è bravi si prendono tanti soldi.
Ecco il solito problema che viene sempre fuori in Italia. C’è tanta gente che non fa niente o non serve proprio che prende tanti soldi e tanti che invece sono molto utili che non prendono neppure un soldino. Mi vengono in mente tanti esempi e ve ne faccio uno.
C’è un ragazzo per esempio che si chiama Trota e che è molto, molto ignorante e che è adesso fa politica perché suo papà (che è Bossi) l’ha messo dentro nel partito. Adesso Trota prende tanti soldi e però si sa che farà solo danni perché come ho detto la sua testa non funziona tanto bene e magari se lui va a lavorare a scaricare le cassette dai camion, come ha fatto mio fratello (che si è laureato a 23 anni) riesce un po’ meglio e serve di più per l’Italia. Questo è un altro esempio di stupidità per esempio perché mia mamma ha sempre votato la Lega e adesso che c’è Trota non la vota più perché si è sentita prendere in giro. “Ma come?” Ha detto. “Io vi ho sostenuto per anni, avete sempre detto che siete diversi dagli altri e adesso fate le stesse cose?” Quindi la Lega si è tirata una martellata sui piedi da sola in un periodo che stava andando anche bene.
Anche i giocatori di calcio non sanno fare niente. Cioè, non voglio dire che non sono bravi a giocare a calcio ma nella vita ci sono tante cose. Mio papà per esempio è molto bravo a giocare a scacchi ma lui non fa solo quello: lavora anche in banca e si è preso cura di me e di mio fratello, anche se mio fratello e mio papà non vanno tanto d’accordo perché mio fratello dice che le banche sono come il demonio.
Mio papà però non è che è andato a lavorare in banca così dal nulla ma ha dovuto studiare tanto tanto e anche adesso, che ha lavorato vent’anni della sua vita ha calcolato che un giocatore di calcio guadagna in un anno dieci volte di più di quello che lui ha guadagnato in vent’anni.
Quando ho sentito questo mi sono proprio arrabbiato e volevo andare a casa di uno dei giocatori che si vedono in televisione e dirgli di smetterla di prendere tanti soldi perché coi soldi che prende lui magari il bambino che chiede l’elemosina con sua mamma qua sotto casa mia avrebbe qualcosa da mangiare un po’ di più e magari qualche giocattolo.
Ecco perchè secondo me i giocatori di calcio devono essere pagati meno, io penso che possono andare bene seicento euro al mese così si trovano magari un altro lavoro che serve di più al paese. E c’è anche un’altra cosa sbagliata nel pagare così tanto un giocatore e che riguarda la psicologia perché se te dai dieci miliardi di euro a un giocatore di calcio che ha 23 anni praticamente è come se lo ammazzi. Uno di 23 anni che ha tirato solo calci a una palla o che è stato povero e non ha avuto modo di studiare se gli dai dieci miliardi diventa matto e fa cose brutte e stupide perché per la sua testa ormai lui è il migliore perché prende tanti soldi e quando uno si sente il migliore anche se dentro il cuore non ha niente e neanche nella testa allora diventa anche pericoloso per tutto il paese perché da un esempio cattivo ai giovani che vogliono diventare come lui.
Tutti i miti del calcio che ci sono adesso fanno male all’Italia, secondo me, e ai giovani italiani perché gli dicono: studia studia stupido tanto io che so tirare bene i calci alla palla valgo più di te e se la ridono pure. Allora i giovani italiani cosa fanno? Via a pomparsi di roba medicinale per correre o essere più forti e così magari vanno giocare a calcio e prendere tanti soldi.
Se io domani divento il capo dell’Italia per prima cosa tolgo tutti gli stadi e dico che è illegale pagare così tanto uno che è solo bravo a calcio. Il discorso di togliere gli stadi adesso ve lo spiego.
Io una volta, quand’ero più piccolo, giocavo sempre a un videogioco che si chiamava dead or alive per la playstation. Ci giocavo sempre tanto e al posto di studiare le robe di scuola ci giocavo. Quando mia mamma ha visto che giocavo sempre e mi fingevo anche malato per non andare a scuola lei me l’ha nascosto e mi ha detto che potevo giocarci solo se mi comportavo bene e tornavo a prendere bei voti. Allora, quando mi ha fatto sta cosa io non ho voluto tanto bene alla mamma e ho pianto tanto ma poi, oggi ho capito che non aveva senso che io cresco dentro a un gioco ma bisogna anche che studio e imparo a vivere fuori.
Ci sono persone invece che in Italia sono molto più grandi di me e hanno solo il calcio. Questi qui lavorano tutto il giorno e magari sono sposati a una donna che non gli va tanto bene perché la gente pensa che bisogna sposarsi per forza ad un certo punto e poi vanno allo stadio, bevono e spaccano tutto perché dentro di loro sono tristi. Questi sono gli ultra. Gli ultra si riuniscono in bande. C’è la banda del Milan, quella dell’Inter, quella della Juventus e così via. Come succede sempre quando la gente vede uno che non la pensa come loro e non ha studiato tanto gli da le botte. Questo è anche il motivo perché vengono fuori le guerre. E visto che ci sono già tante guerre stupide al mondo non ha proprio senso fare un’altra guerra per delle persone che giocano col pallone. Si sta tentando di fare di tutto per fermare gli ultra perché non si diano più le botte o tirino i motorini e le lavatrici giù dallo stadio. C’è anche tutta una sezione della polizia che si occupa solo di fermare gli ultra perché non spacchino tutto. Anche mia mamma prima di togliermi la play ha provato di tutto ma visto che ha visto che non capivo niente allora me l’ha tolta. Ecco perché secondo me il campionato di calcio non va più fatto e gli ultra se vogliono si fanno le partite di calcio fra di loro in un campetto comunale invece che menarsi per sbavare dietro a dei ragazzini miliardari che l’anno dopo se ne fregano di dove giocano e vanno a giocare a chi gli da più soldi.
Il problema più grosso del calcio però non sono gli ultra: loro sono un simtomo di un problema più grave e questo problema grave sono gli uomini cattivissimi. Gli uomini cattivissimi sono quelli che pensano solo a fare tanti soldi e spesso sono chiamati manager. Il manager è molto più pericoloso di un ladro o di un assassino perché lui crede che i soldi siano la cosa più importante del mondo e perché il suo lavoro o non è illegale o è molto difficile provare che è illegale. Un ladro il più delle volte è un ladro perché non ha i soldi per mangiare e nessuno gli da un lavoro onesto, un assassino è una persona che ha gravi problemi con la testa. Un manager è solo una persona cattiva che non fa bene a nessuno fuori che a se stesso e non gliene importa niente degli altri perché si crede superiore.
Noi in Italia siamo schiavi di questi uomini cattivissimi e non riusciamo a metterli in galera o fermarli perché sono anche al governo e a volte fanno delle leggi per non andare in galera o per favorire gli uomini come loro. Tanti manager hanno delle squadre di calcio ma loro se ne fregano del gioco del calcio perché loro vogliono solo tanti tanti soldi. Allora cosa fanno? Prendono questi ragazzini che sanno giocare bene, li trasformano in supereroi e gli mettono un cartello addosso che fa la pubblicità di qualcosa. Più la loro squadra è forte più costa mettere la pubblicità su un giocatore e così questi manager vogliono che il gioco del calcio continui così e non cambi mai e poi mai. Visto che questi manager come vi ho detto sono anche al governo, loro non toglieranno mai il gioco del calcio. Vi faccio un esempio: se mia mamma fosse cattiva (e invece è la mamma più buona del mondo) e vedesse che mi danno dei soldi per giocare alla play perché sono bravo di certo non mi toglie il gioco se non studio o se non faccio il bravo ma me la lascia perché così le faccio guadagnare tanti soldi. Così, se gli ultra si comportano male e ammazzano qualcuno o lo riempiono di botte al governo non gliene frega niente di togliere il calcio perché tanti di quelli al governo guadagnano molto col calcio e della salute di chi vive in Italia se ne fregano perché a loro basta fare tanti tanti soldi. Al posto di togliere il calcio fanno tante cose stupide che non risolvono niente, come fare tessere e schedare la gente, mettere i robi che girano agli stadi come al supermercato, non far dire le parolacce contro dio in campo: cavolate che servono solo a far sembrare che sono interessati. Io, se un giorno per strada incontro uno di questi qui che vuole fare tanti tanti soldi gli chiedo: perché sei così cattivo? E poi: ma a cosa ti servono così tanti soldi, me lo dici?
Basta poco per essere contenti, dopotutto.
Anche una partita di calcio con gli amici.
About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...